Guida al Bonus Mobili 2022: 50% di Sconto sui Mobili fino a 10000 Euro

Guida per Usufruire del Bonus Mobili 2022 - Sconto del 50% sull'Arredamento Fino a 10000 Euro di Spesa

Lo stato italiano ha prolungato il Bonus Mobili a tutto il 2022, 2023 e 2024 e noi dello staff di Viadurini vogliamo rendervi più semplice la comprensione di tale iniziativa con questa guida.

Bonus mobili 2022, come funziona?

La Legge di Bilancio 2022, all’articolo 1 comma 37, dispone la proroga dei bonus fiscali sulla casa. Tra gli incentivi rinnovati per ulteriori tre anni, e quindi dal 2022 e fino al 2024, vi rientra anche il bonus mobili, la detrazione riconosciuta ai contribuenti che arredano immobili oggetto di ristrutturazione edilizia.

Cosa cambia dagli anni precedenti?

Il tetto massimo di spesa era fissato nel 2021 a 16000€ mentre ora si scende a 10000€, successivamente nel 2023 questo importo scenderà nuovamente per rimanere fisso a 5000 anche nel 2024, ponendo il 2022 come miglior anno per usufruire di tale bonus se ancora non lo si è fatto.

Bonus mobili 2022: soggetti beneficiari e tipologia di acquisti

Potranno fruire del bonus mobili, secondo quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2022, i contribuenti che effettuano lavori di ristrutturazione edilizia e che acquistano mobili.
La detrazione riconosciuta, pari al 50% delle spese sostenute, potrà quindi essere fruita esclusivamente in sede di presentazione della dichiarazione dei redditi; inoltre che si potrà accedere al bonus mobili a condizione che gli interventi di recupero del patrimonio edilizio siano iniziati a partire dal 1° gennaio dell’anno precedente a quello dell’acquisto.
Quindi per beneficiare della detrazione IRPEF del 50% è necessario che i lavori di ristrutturazioni siano iniziati dal 1° gennaio 2021.

Quali mobili rientrano nel Bonus?

Troverete sul sito della agenzia delle entrare un elenco completo di tutti i mobili, ma qui di seguito vi vogliamo fornire alcuni esempi:

Come si richiede il Bonus Mobili: Pagamento e Modulo?

Una volta che si è certi di rientrare in tale bonus fiscale si deve semplicemente scegliere il mobile che si desidera ed effettuare un pagamento parlante:

Le modalità di pagamento indicate dall’Agenzia delle Entrate: pagamenti con bonifico, carta di debito o carta di credito.
Viceversa, non è ammessa la detrazioni per gli acquisti pagati con assegni, contanti e altri mezzi di pagamento.
E ancora, se il pagamento è disposto con bonifico bancario o postale, si deve utilizzare quello (soggetto a ritenuta) appositamente predisposto da banche e Poste S.p.a. per le spese di ristrutturazione edilizia.

Si ricorda, inoltre, che le stesse modalità devono essere utilizzate anche per il pagamento delle spese di trasporto e montaggio dei beni.

Infine, è dato chiarire che in ipotesi di pagamento con carte di credito o carte di debito la data di pagamento è individuata nel giorno di utilizzo della carta da parte del titolare (indicata nella ricevuta di transazione) e non nel giorno di addebito sul conto corrente.

Il bonus mobili 2022 può essere richiesto per un importo massimo di 10.000 euro di spesa e le agevolazioni consistono in una detrazione del 50 per cento del costo sostenuto, da ripartire in 10 rate tra gli aventi diritto.
Per beneficiarne è essenziale inserire le spese che si sono sostenute all’interno della dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Unico) e, a quel punto, la detrazione verrà riconosciuta nella forma di rimborso fiscale IRPEF.

Hai ancora delle perplessità? Contatta il nostro servizio clienti per fare qualsiasi tipo di domanda sull'acquisto di un nostro prodotto e su come usufruire del bonus mobili, saremo lieti di aiutarti.
 
Altri Articoli che Potrebbero Interessarti
Email Newsletter
Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter
  • R.E.A. 329370
  • Piva IT 04187360401
  • Tel.+39 0541-623760 (21 linee)
  • dal lunedì al venerdì 8.30 - 17.00
  • Via del pino 21 - - 47822
  • Santarcangelo di Romagna (RIMINI) Italy
  • clienti@viadurini.it
  • I prezzi riportati sono IVA compresa